A cura di Chiara Ruini, Marta Scrignaro, Marta Bassi, Andrea Fianco

Con prefazione di Antonella Delle Fave

La psicologia positiva nasce e si sviluppa per studiare, valorizzare e promuovere il benessere e le risorse negli individui, nei gruppi e nelle comunità. Molteplici sono infatti le applicazioni della psicologia positiva in ambito psicosociale ed educativo: ad esempio, nei contesti scolastici per sviluppare risorse di resilienza di insegnanti e studenti, in quelli clinici per favorire i processi di recovery dei pazienti, in quelli lavorativi e organizzativi per promuovere il lavoro di gruppo, con le istituzioni per creare società accoglienti.
Questo volume raccoglie alcuni tra i contributi più significativi di accademici e professionisti che, in ambito italiano, lavorano mettendo in pratica le teorie e gli strumenti della psicologia positiva. Il libro è suddiviso in cinque sezioni tematiche – salute, clinica, comunità, lavoro e creatività – che illustrano differenti esperienze applicative: la psicoterapia positiva, la promozione della salute in contesti medici, la valorizzazione del capitale umano e del volontariato, le tecniche espressive (canto e teatro) come strumenti di inclusione sociale.
Il volume vuole proporre una serie di interventi, ricerche e pratiche di psicologia positiva utili per tutte quelle figure professionali che nel proprio ambito lavorativo vogliano promuovere risorse e benessere personali, sociali e organizzativi.

Indice

Antonella Delle Fave, Prefazione
Chiara Ruini, Marta Scrignaro, Marta Bassi, Andrea Fianco,
Introduzione
Sezione I. Psicologia Positiva nei contesti della salute
Alberto Dionigi, I clown in ambito sanitario
Emanuela Marini,
Resilienza e benessere: una sfida per l’allergia alimentare grave
Francesca Vescovelli,
La valutazione longitudinale del benessere e del malessere in un campione di persone con Malattia di Parkinson e nei loro caregivers
Sezione II. Psicologia Positiva nei contesti clinici
Federico Colombo, Francesca Artana, Beatrice M. Presciutti, La promozione del benessere soggettivo attraverso una versione ridotta del Subjective Well-Being Training
Chiara Ruini,
La promozione del benessere psicologico in ambito clinico ed evolutivo: strategie di intervento
Marta Scrignaro,
Promuovere la resilienza: la via del Digital Story Telling
Sezione III. Psicologia Positiva nei contesti di comunità
Iana Tzankova, Davide Mazzoni, Salvatore Zappala, Elvira Cicognani, Benessere sociale e senso di appartenenza in un campione di studenti universitari cesenati: Quale relazione con l’impegno civico?
Alessandro Pepe, Loredana Addimando, Guido Veronese, Jamal Dagdouke,
Misurare il benessere in Israele, Cisgiordania e Gaza: le proprietà psicometriche del Subjective Well-being Assessment Scale (SWBAS)
Piera Spannocchi, Marco Vieri Cenerini, Claudia Malfatti, Roberta Puri,
Volontariato: una scelta resiliente
Sezione IV. Psicologia Positiva nei contesti di lavoro
Luca Vecchio, Psicologia Positiva e benessere lavorativo: alcune riflessioni su un rapporto problematico
Rita Chiesa, Greta Mazzetti,
Il Capitale Psicologico: una risorsa per l’orientamento
Claudia Matini,
Cooperative Learning (CL), training per insegnanti e benessere individuale
Sezione V. Psicologia Positiva e Creatività
Manuela Peserico, Barbara Ferrari, Ottavia Albanese, Sviluppo e potenziamento della resilienza personale attraverso il processo espressivo per la promozione del benessere
Gaspare Palmieri, La Psicantria (psicopatologia cantata) e l’uso della canzone nella riabilitazione psichiatrica
Claudio Milani, Margherita Fossati, Monica Balestrini, Monica Melesi,
L’esperienza del teatro di narrazione corale come strumento di crescita per adolescenti con disabilità intellettiva