Docente: Rita D’Alfonso (consigliere SIPP)

Sabato 11 giugno 2021 dalle 14 alle 18

Info e costi

La rivoluzione demografica degli ultimi decenni ha indotto ad analizzare i fattori bio-psico-sociali legati ai processi di invecchiamento e in particolare quelli che possono promuovere un Invecchiamento Positivo.

Il concetto di Invecchiamento Positivo si inserisce nella prospettiva di sviluppo lungo l’intero ciclo di vita, sottolineando potenzialità e risorse proprie di ogni età, in opposizione a stereotipi  legati all’ageismo, cioè la discriminazione di una persona in base alla sua età. 

In una dimensione agentica e non passiva dell’età anziana, il workshop propone un’analisi dei più importanti studi relativi all’Invecchiamento Positivo, mostrando i risvolti operativi che possono essere suggeriti dai differenti approcci.

Saranno presentati diversi contributi, la teoria della Selezione Socio-Emozionale della Carstensen, gli studi sull’Invecchiamento di Successo di Rowe e Khan, i fondamentali contributi di Paul Baltes sull’Invecchiamento Ottimale, le ricerche sulla proattività di Kahana e Zahng e le analisi più recenti di Ryff e Zambianchi, che sottolineano l’importanza del senso di direzionalità e progettualità di vita, per mantenere l’integrazione alla vita sociale, la prospettiva di crescita e sviluppo personale, componenti del benessere psicologico eudaimonico.

Particolare attenzione sarà dedicata al ruolo esercitato dalle abilità di organizzazione e di consapevolezza temporale (integrazione tra passato, presente, futuro) per rapportarsi in modo costruttivo all’esperienza del trascorrere del tempo ed essere in grado di progettare in senso positivo la propria biografia, componente essenziale di una felice longevità.