METODI E TECNICHE IN PSICOLOGIA POSITIVA:

NUOVI ORIZZONTI PER LA RICERCA E L’INTERVENTO

 

14-15 giugno 2019

 

Università Cattolica di Milano

 

 BENVENUTI ALLA DODICESIMA EDIZIONE!

Le prossime Giornate Nazionali della Società Italiana di Psicologica Positiva avranno come titolo “Metodi e tecniche in psicologia positiva: nuovi orizzonti per la ricerca e l’intervento”. L’argomento è di grande attualità in quanto gli studi in questo ambito si stanno moltiplicando sia sotto forma di elaborazioni sempre più accurate dei concetti di base della psicologia positiva sia in termini di protocolli clinici e di intervento in ambito lavorativo, educativo e di comunità. Diventa pertanto essenziale monitorare l’adeguatezza degli strumenti di indagine e il rigore metodologico dei protocolli, elementi fondamentali per garantire l’efficacia degli interventi di promozione del benessere e della salute mentale di individui e gruppo. In questo contesto, le Giornate 2019 si porranno come luogo di confronto e dibattito costruttivo tra ricercatori e professionisti, che di questi strumenti e interventi fanno uso quotidiano.

L’evento prevede sedute plenarie, momenti di dibattito e confronto, presentazione di poster, brevi comunicazioni e una tavola rotonda conclusiva, ed è rivolto ad accademici, psicologi, insegnanti, professionisti e studenti interessati a ricerche e interventi nell’ambito del benessere.

Arricchiranno il convegno le letture magistrali

della prof.ssa Rosa Maria Baños Rivera

Universidad de Valencia

e

della prof.ssa Daiva Daukantaité

Lund University

Comitato Scientifico: Alessandro Antonietti (Università Cattolica di Milano), Rosa Maria Baños Rivera (Università di Valencia), Federica Biassoni (Università Cattolica di Milano), Maria Rita Ciceri (Università Cattolica di Milano), Federico Colombo (Scuola Asipse di Milano), Beatrice Corsale (Scuola Asipse di Milano), Andrea Crocetti (Scuola Asipse di Milano), Rita D’Alfonso (RSA San Giuseppe), Daiva Daukantaité (Università di Lund), Antonella Delle Fave (Università di Milano), Paola Di Blasio (Università Cattolica di Milano), Andrea Fianco (Università di Milano), Paola Iannello (Università Cattolica di Milano), Spiridione Masaraki (Scuola Asipse di Milano), Claudia Repetto(Università Cattolica di Milano), Giuseppe Riva (Università Cattolica di Milano), Chiara Ruini (Università di Bologna), Marta Scrignaro (Università di Milano-Bicocca), Daniela Villani (Università Cattolica di Milano).

Comitato organizzatore (Università Cattolica di Milano):  Claudia Repetto, Giuseppe Riva, Daniela Villani.

Segretaria Organizzativa SIPP: Francesca Dell’Amore.

Le precedenti Giornate Nazionali si sono tenute in diverse università italiane, con grande successo di partecipazione e di condivisione di esperienze:

Vi aspetto al convegno!

Chiara Ruini
Presidente SIPP

Benvenuto alle 12° Giornate Nazionali di Psicologia Positiva

ISCRIVERSI

 

Entro il 7 maggio 2019  Dopo il 7 maggio 2019
Quota studenti, dottorandi e specializzandi € 50,00 € 75,00
Quota soci SIPP € 80,00 € 120,00
Quota soci Sipco* € 110,00 € 150,00
Quota non soci* € 130,00 € 180,00

* Nella quota è inclusa la quota associativa annuale obbligatoria alla Società Italiana di Psicologia Positiva in qualità di Socio Affiliato. È necessario compilare, firmare e inviare via email il seguente modulo di affiliazione alla società e consenso informato.

COME PAGARE:

PAYPAL

​paysipp [at] gmail.com

BONIFICO BANCARIO

Banco Popolare Società Cooperativa, indicando come causale «Convegno Milano Nome Cognome»

IBAN:  IT85K0503401636000000044006

PER FINALIZZARE L’ISCRIZIONE (SOLO CONVEGNO):

Inviare una email a info [at] psicologiapositiva.it

allegando la scansione della ricevuta di pagamento

con Nome, Cognome, Indirizzo, Codice Fiscale o Partita Iva, iscrizione

e il modulo di consenso e affiliazione compilato e firmato .

Conferma accettazione abstract 28 APRILE 2019

Il congresso si terrà venerdì 14 giugno dalle 9.00 alle 18.00 e sabato 15 giugno dalle 9.00 alle 13.00

Main lectures

Blending Positive Psychology and Positive Technologies: new roads and new challenges to promote well-being

di Rosa Maria Baños Rivera

 

The development of Information and Communication Technologies (ICTs) has been impressive in the last decades. Their use has spread to all fields, changing the way in which we interact with the context and relate to other people. Albeit their potential dangers and limitations, the use of ICTs is impacting significantly on both society and individuals, improving the quality of life and wellbeing of people. Psychology is one of the areas where ICTs can have a relevant influence. The Internet, mobile phones and devices, sensors, virtual and augmented reality, etc… they are very useful tools that can help us in many of the tasks and objectives entrusted to Psychology. In addition, the use of technology offers major opportunities in the specific field of positive psychology. The term “Positive technology” has been proposed as a “scientific and applied approach for improving the quality of our personal experience with the goal of increasing wellness, and generating strengths and resilience in individuals, organizations, and society”, ICTs tools can help us to develop more comprehensive and complex theories on human behaviors and experiences., but also they can be helpful to engage and motivate people into positive psychological interventions and to disseminate these interventions at a wide scale. ICTs can also allow us to design and deliver precise and personalized interventions, which are delivered in the specific contexts, monitoring and promoting significant changes leading to healthy and adaptive behaviors. This keynote will provide a view on what ICTs are offering and can offer in the next future to Psychology, focused mainly in the wellbeing field.

 

Different paths to flourishing. How different conceptual frameworks and operational definitions of flourishing impact its prevalence and influencing factors.

di Daiva Daukantaité

There is no unanimous definition of flourishing, and there is an ongoing struggle among researchers on what it constitutes and how to measure it. While the majority of researchers agree that flourishing is a desirable condition that all communities would benefit from endorsing among their citizens, the wealth of operationalizations of flourishing has been limiting the generalization and usefulness of the results. This diversity of operationalizations has also influenced which factors are considered to influence momentary and more sustained flourishing from a more holistic perspective.

In this conference, I will present some of the main operationalizations of flourishing and their psychometric properties in the psychology literature, and discuss how they differently impact the prevalence of flourishing as well as what factors contribute to a sense of flourishing.

Rosa Maria Baños Rivera – Universidad de Valencia

Daiva Daukantaité – Lund University

Workshop

WORKSHOP PRECONGRESSUALI (ECM)

​1.LA PROMOZIONE DEL BENESSERE EUDAIMONICO NELL’ARCO DI VITA: DALL’INFANZIA E ADOLESCENZA ALLA TERZA E QUARTA ETÀ di Chiara Ruini (Università di Bologna)

Il workshop sarà aperto a un massimo di 25 partecipanti.

​2TECNOLOGIE POSITIVE di Claudia Repetto e Daniela Villani (Università Cattolica di Milano)

Il workshop sarà aperto a un massimo di 25 partecipanti.

Tavola rotonda

LA MISURA DELLA FELICITÀ

OSPITI:

Diana De Marchi, presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili, Comune di Milano

Rosy Russo, presidente dell’Associazione Parole Ostili

Angelica Villa, presidente dell’Associazione Manuia

Modera l’incontro la prof.ssa Antonella Delle Fave (Università degli Studi di Milano)

Assemblea soci

L’assemblea si terrà in aula dalle 18.00 alle 19.00

Apericena

Dalle 19.30 in poi, è previsto un apericena a buffet

presso

Costo €

Workshop ECM - 13 giugno 2019, ore 14.00-18.00

​1. LA PROMOZIONE DEL BENESSERE EUDAIMONICO NELL’ARCO DI VITA: DALL’INFANZIA E ADOLESCENZA ALLA TERZA E QUARTA ETÀ condotto da Chiara Ruini e Giulia Cesetti (Università di Bologna).

L’obiettivo del corso è fornire strumenti utili al professionista psicologo affinché padroneggi principi e strategie per la promozione del benessere eudaimonico nell’arco di vita, per poter implementare interventi positivi con popolazioni infantili, adolescenziali, adulte ed anziane.

Obiettivi formativi

  • Fornire un quadro teorico ed epistemologico che illustri le peculiarità e le caratteristiche del benessere eudaimonico nelle diverse fasi di vita.
  • Sviluppare conoscenze e competenze in riferimento ai vari approcci di intervento di promozione del benessere eudaimonico nelle diverse fasi di vita.
  • Apprendere strategie e tecniche di promozione del benessere eudaimonico più efficaci ed appropriate in base ai contesit e alle fasi di vita.

Contenuti

  • Il concetto di benessere eudaimonico: prospettive teoriche ed epistemologiche (Prof.ssa Ruini)
  • Il ruolo e le modificazioni del benessere eudaimonico nell’arco di vita (prof.ssa Ruini)
  • Metodi, tecniche e protocolli per la promozione del benessere eudaimonico nelle popolazioni con diverse fasce di età : risultati evidence-based di ricerche recenti a livello nazionale e internazionale (Prof.ssa Ruini e dott.ssa Cesetti)
  • Approcci integrativi: contributi dalle tecniche narrative e artistico-espressive (Prof.ssa Ruini e dott.ssa Cesetti)

Nell’ambito della psicologia positiva si è assistito ad un progressivo e crescente interesse per il filone di ricerca ed intervento inerente il benessere eudaimonico. Esso non si concentra principalmente sulla promozione di emozioni positive, ma piuttosto l’approccio eudaimonico mira a identificare e promuovere le risorse individuali che permettono agli individui di realizzare se stessi e vivere al meglio la propria vita. Le dimensioni di benessere eudaimonico riguardano infatti il senso e gli obiettivi di vita, la crescita personale, l’autostima, le relazioni interpersonali e il senso di autorealizzazione. Tutti questi fattori sono risultati essere determinanti per supportare gli individui nell’affrontare lo stress e le sfide nell’arco della vita, e pertanto vengono annoverati come risorse specifiche per promuovere la resilienza. Il benessere eudaimonico secondo numerose ricerche nazionale ed internazionali, è elemento cardine sia per la salute mentale che per la salute fisica.
Essere in grado di promuovere il benessere eudaimonico risulta un obiettivo prioritario per gli operatori della salute mentale. Questo workshop si focalizzerà sia sulle diverse formulazioni teoriche inerenti il benessere eudaimonico, sia sulle relative applicazioni pratiche all’interno di interventi psicologici. Le recenti ricerche nazionali ed internazionali forniranno i riferimenti scientifici per evidenziare le caratteristiche del benessere eudaimonico nelle varie fasi di vita dell’individuo, e sui processi di integrazione delle dimensioni di benessere nella costruzione dell’identità personale.
Verranno inoltre illustrati i protocolli evidence-based che si sono rivelati efficaci nella promozione del benessere lungo l’arco di vita, identificando le strategie specifiche e mirate in base alle popolazioni selezionate. All’interno di questo approccio applicativo verranno illustrate alcune modalità di integrazione di tecniche narrative ed artistico-espressive , che rappresentano i più recenti sviluppi nel panorama degli interventi psicologici per la promozione del benessere.

ISCRIVITI A QUESTO LINK ENTRO IL 30 MAGGIO

Costo 50€ per gli iscritti alle Giornate Nazionali di Psicologia Positiva (pagamento esclusivamente tramite link dedicato a cura del provider ECM che è gestito separatamente dall’iscrizione al convegno. Vi chiediamo di inviarci il dettaglio dell’iscrizione al convegno a info[at]psicologiapositiva.it)

Costo 80€ per i non iscritti alle Giornata

Il workshop sarà aperto a un massimo di 25 partecipanti.

​2TECNOLOGIE POSITIVE condotto da Claudia Repetto e Daniela Villani (Università Cattolica di Milano).

 

L’obiettivo del corso è fornire strumenti utili al professionista psicologo affinché padroneggi principi e tecniche per la promozione del benessere soggettivo e psicologico attraverso il supporto delle nuove tecnologie.

Obiettivi formativi

  • Fornire un quadro teorico entro cui concettualizzare le nuove tecnologie della comunicazione.
  • Sviluppare conoscenza circa le opportunità offerte dalle nuove tecnologie della comunicazione per la promozione del benessere.
  • Apprendere applicazioni concrete, utili per lo sviluppo del benessere in diversi ambiti (salute, lavoro, educazione, sport e tempo libero) e nelle diverse fasi del ciclo di vita.

Contenuti

  • Nuove tecnologie della comunicazione e opportunità per il benessere.
  • Tecnologie esistenti, come sfruttare strumenti già sviluppati e presenti sul mercato.
  • Metodi, tecniche e protocolli per la promozione del benessere supportati dalle nuove tecnologie: risultati evidence-based di ricerche recenti a livello nazionale e internazionale.
  • Gestire l’implementazione e l’accettazione delle nuove tecnologie della comunicazione all’interno dei processi di cambiamento.

Negli ultimi anni c’è stato un crescente interesse verso il ruolo potenziale che le tecnologie digitali possono svolgere nel promuovere il benessere. Smartphone, dispositivi indossabili, realtà virtuale/aumentata, social media e Internet forniscono una vasta gamma di strumenti e risorse utili a supportare interventi psicologici che agevolano le emozioni positive, la capacità di recupero, la crescita personale, la creatività e la connessione sociale.
Comprendere l’intera portata di questo potenziale, tuttavia, richiede un approccio interdisciplinare che integri i principi scientifici del benessere nella progettazione di esperienze digitali che promuovano cambiamenti positivi. La tecnologia positiva è un campo emergente all’interno dell’interazione uomo-computer che cerca di capire come le tecnologie interattive possono essere utilizzate in interventi di promozione del benessere basati sui risultati evidence-based provenienti dal mondo della ricerca. Il suo obiettivo di analisi è duplice: a livello teorico, la tecnologia positiva mira a sviluppare quadri e modelli concettuali per comprendere come i computer possano essere utilizzati efficacemente per aiutare le persone a raggiungere un maggiore benessere.
A livello metodologico e applicato, la Tecnologia Positiva si occupa della progettazione, dello sviluppo e della valutazione di efficacia di esperienze digitali che promuovono il cambiamento positivo attraverso l’induzione di emozioni positive, l’attivazione del flow, la proposta di contenuti coerenti con i significati delle persone che le utilizzano e il sostegno di relazioni positive.

Tale workshop è quindi rivolto a psicologi e psicoterapeuti che potranno apprendere e usufruire di metodi, tecniche e protocolli per la promozione del benessere supportati dalle nuove tecnologie all’interno del proprio operare. Il workshop è inoltre aperto ad altri professionisti o studenti interessati all’argomento.

ISCRIVITI A QUESTO LINK ENTRO IL 30 MAGGIO

Costo 50€ per gli iscritti alle Giornate Nazionali di Psicologia Positiva (pagamento esclusivamente tramite link dedicato a cura del provider ECM ed è gestito separatamente dall’iscrizione al convegno. Vi chiediamo di inviarci il dettaglio dell’iscrizione al convegno a info[at]psicologiapositiva.it)

Costo 80€ per i non iscritti alle Giornate

Il workshop sarà aperto a un massimo di 25 partecipanti.

PER INFORMAZIONI

info [at] psicologiapositiva.it